fbpx Surroga o rinegoziazione: opportunità per ridurre la rata del mutuo | Sognando Casa

Surroga o rinegoziazione: opportunità per ridurre la rata del mutuo

Surroga o rinegoziazione: opportunità per ridurre la rata del mutuo

Avete comprato casa da qualche anno, pagato le prime rate di mutuo e vorreste abbassare un po’ la cifra che pagate mensilmente? Esistono diversi modi per abbassare la rata del mutuo, migliorandone le condizioni, eccovi alcuni suggerimenti o idee.

La rinegoziazione

Per migliorare le condizioni di mutuo potete andare nella vostra banca e discutere con chi vi segue la possibilità di ricalcolare la rata in base al tasso aggiornato. Quando avete stipulato il tasso è stato definito in base al tasso del momento di stipula, e al rapporto valore immobile/cifra mutuata. A nuove condizioni di partenza possono corrisponde di mutuo: un mutuo in origine con un rapporto immobile/cifra richiesta al 100% dopo alcuni anni pagato potrà essere all’80%, potrebbe essere cambiata la vostra situazione lavorativa, o semplicemente migliorati i tassi di interessi applicati dalle banche.

In fase di rinegoziazione potrete allungare la durata del mutuo, spalmando le rate su più anni, accorciarlo, o modificarne alcune condizioni passando da tasso variabile a fisso o viceversa. In ogni caso non vi sarà alcuna spesa per chi effettua l’operazione. Nessuna banca sarà obbligata ad accettare condizioni migliorative, in caso di declino della richiesta (o di condizioni non adeguatamente favorevoli) potrete invece procedere con una surroga.

La surroga o portabilità del mutuo

Alternativa a una rinegoziazione può essere fare una richiesta di surroga: potrete confrontare nei diversi portali on lina gli istituti che offrono le condizioni migliori, contattarli e procedere a trasferire il mutuo da un istituto a uno nuovo. Grazie al decreto Bersani la surroga è senza costi, e la nuova banca a cui farete riferimento si assumerà tutti i costi dell’operazione.

Potrete analogamente alla rinegoziazione rimodulare il mutuo rispetto alle nuove esigenze, accorciandone o allungandone la durata, cambiandone la tipologia di tasso.

In caso di surroga e rinegoziazione potrete chiedere solo la riproposizione del mutuo precedente senza richiesta di nuova liquidità.

La sostituzione del mutuo

Ultima alternativa è stipulare un nuovo mutuo, con cui chiedere la chiusura del mutuo precedente, e recuperare nuova liquidità. In caso di sostituzione dovrete sostenere tutti i costi notarili e gli oneri della perizia relativi all’immobile. E’ un operazione consigliata solo se avrete bisogno di liquidità personale per altre operazioni (ristrutturare l’immobile ad esempio).

 

In tutte queste casistische bisogna considerare che in fase di surroga, rinegoziazione o sostituzione bisogna avere le condizioni reddituali e lavorative per sostenere la rata e offrire adeguate garanzie per il pagamento, presentando in banca tutti i documenti richiesti come se si stipulasse un mutuo nuovo. I tempi della delibera sono sempre paragonabili a un mutuo appena stipulato e ci vorranno circa due mesi prima di concludere l’operazione.

 

Ridurre la rata del mutuo in caso di difficoltà o problematiche diverse

Esistono altri strumenti per poter alleviare le rate del mutuo: nei casi precedenti si parla di ricerca di condizioni migliori seguendo novità e tassi di interessi o situazioni migliorative nel rapporto della banca: esistono strumenti che possono aiutarvi in caso di necessità impreviste, o perdita del lavoro. La prima cosa da fare in caso di impossibilità al pagamento è rivolgersi al proprio istituto di credito: nei contratti esistono clausole per la sospensione del pagamento delle rate per alcuni mesi, pagando solo la quota interessi, o per rinegoziarlo allungandone la scadenza in modo da spalmare le rate residue riducendole con un pagamento distribuito in più anni. In questi casi il tasso di interessi e le condizioni non saranno migliorative ma avrete la possibilità di affrontare e avere condizioni di pagamento migliori. Per queste situazioni esistono anche prodotti assicurativi da associare al mutuo che pagano le rate per un determinato periodo e strumenti di garanzie statali che vi aiuteranno a coprire le rate per il periodo di difficoltà. E' fondamentale però di rivolgersi alla banca e programmare tutto senza MAI smettere di pagare le rate senza avere prima concordato e pianificato un potenziale rientro o una diversa modalità di pagamento: troverete opportunità evitando situazioni spiacevoli e di finire nella lista dei cattivi pagatori.

 

Potrebbe anche interessarti:

I documenti necessari a richiedere un mutuo

Richiedi una consulenza gratuita!

Come Trovarci

Via E. Pazzi, 111 - 48121 Ravenna RA Italia