Verde che vale: i parchi di Ravenna e il mercato delle case

I parchi di Ravenna: parco di teodorico, parco cesarea, parco baronio

Quando pensiamo a Ravenna, è facile lasciarsi trasportare dall’immaginario dei suoi siti Patrimonio dell’Umanità e dalla sua storia millenaria. Tuttavia, la città offre molto di più, specialmente quando si volge lo sguardo ai suoi parchi.
In questo articolo faremo una carrellata dei principali parchi di Ravenna. Analizzeremo come questi spazi influenzino non solo la qualità della vita urbana ma anche le dinamiche del mercato immobiliare. Scoprirai che i parchi di Ravenna non sono solo spazi per il tempo libero, ma fondamentali catalizzatori di benessere e valore economico.

Il valore di un parco vicino casa

Avere un parco nelle immediate vicinanze della propria abitazione non è solo un lusso estetico ma un vero e proprio investimento nel benessere e nel valore immobiliare. La presenza di uno spazio verde accessibile contribuisce significativamente a migliorare la qualità della vita, offrendo un’oasi di tranquillità e un luogo per attività fisica all’aria aperta, elementi sempre più ricercati nell’era moderna.

Dal punto di vista del mercato immobiliare, le proprietà vicine ai parchi tendono a registrare una maggiore apprezzamento, attirando una domanda costante da parte degli acquirenti. Questo incremento di valore si traduce in prezzi di vendita superiori, rendendo gli immobili adiacenti ai parchi investimenti particolarmente attraenti. Inoltre, la vicinanza a spazi verdi ben curati può contribuire a creare una comunità più unita e soddisfatta, arricchendo così l’attrattiva generale dell’area.
La prossimità a un parco diventa così un fattore chiave non solo per la scelta della casa ideale ma anche per una strategia di investimento immobiliare lungimirante. Ogni quartiere di Ravenna ha i suoi parchi: scopriamo i principali!

I Giardini Pubblici

I Giardini Pubblici di Ravenna si estendono su un’imponente superficie di 37.500 metri quadrati, adiacenti al cuore storico della città. Fu negli anni ’30 che questa vasta area venne reinventata come i Giardini Pubblici di Ravenna. Il progetto è dell’architetto Giulio Ulisse Arata.

Situati proprio dietro la Basilica di Santa Maria in Porto e il Museo d’Arte della città di Ravenna, i giardini sono delimitati da una elegante recinzione in ferro battuto e caratterizzati da una fontana centrale. Alberi secolari e maestosi offrono un’isola di tranquillità urbana perfetta per il relax familiare, le camminate e le attività fisiche all’aria aperta. Nel corso dell’anno, diventano teatro di varie iniziative culturali e ricreative, tra cui concerti, mercatini, mostre canine e performance artistiche.

I Giardini Pubblici ospitano anche il Planetario di Ravenna e un punto ristoro con bar, aree gioco dedicate ai più piccoli.

I giardini pubblici di Ravenna il parco più antico della città

Parco Baronio

Recentemente inaugurato, con alberi ancora giovani, è diventato il più grande polmone verde della città. Un lago al centro e un percorso ciclopedonale, zone alberate e palestra all’aperto.
Questo parco è l’estensione del vecchio Bosco Baronio. Si trova vicino all’ospedale, ed è sempre affollato di gente che si ritrova per attività all’aperto o semplicemente come punto di incontro.

I parchi di Ravenna: parco Baronio il più grande parco della città

Il Parco Teodorico

Il Parco Teodorico, prende il nome dal Mausoleo di Teodorico, patrimonio UNESCO e da il nome all’omonimo quartiere. Rappresenta il secondo parco per dimensioni a Ravenna, con i suoi 14 ettari di terreno. Quest’area, centro di vita all’aperto per famiglie e giovani che qui si dedicano a sport e relax, si distingue per la sua varietà di attrazioni: prati vasti, sentieri, zone gioco per bambini, campi sportivi e percorsi per passeggiate e jogging. Il parco, inoltre, segna il confine del “Quartiere Teodorico“, una zona caratterizzata da edifici di costruzione più recente, e offre spazi per il relax e la contemplazione, tra cui un bar con servizi.
Elementi naturali e specchi d’acqua abitati da varie specie animali accentuano il legame del parco con l’ambiente tipico ravennate e la sua storia acquatica.

Il parco teodorico e il MAusoleo di Teodorico  a Ravenna

Parco Cesarea

Recentemente inaugurato in seguito a una nuova lottizzazione che ha portato alla nascita di un nuovo quartiere, che va da via Stradone a via Sala, si tratta del terzo parco cittadino. Negli anni verrà completato in una zona verde che attraversa le zone urbane e un progetto di nuove costruzioni moderne e innovative. Un lago artificiale (dove alcuni uccelli hanno cominciato a fermarsi durante la loro migrazione) percorsi pedonali e ciclabili, rendono questo parco un futuro centro di ritrovo e attrazione, che prenderà realtà con lo sviluppo residenziale della zona.

La Rocca Brancaleone

Nel cuore del centro storico di Ravenna si estende un grande giardino creato nel 1457 dai Veneziani: la Rocca Brancaleone. Questo parco è un’area verde circondata da mura molto amata dai ravennati, che amano trascorrervi lunghi pomeriggi nei fine settimana. Dotato di aree gioco, una pista per il pattinaggio, panchine, fontane, un bar e servizi igienici, il parco si rivela un luogo ideale per i bambini, ma offre anche angoli di ombra e quiete per coloro che cercano un momento di pace e relax. Durante la bella stagione questo parco ospita eventi e manifestazioni culturali, tra i quali il cinema all’aperto in programma tutte le estati.

Ci sono tanti altri parchi nella città e delle oasi naturali subito fuori, come le pinete di Classe, gli acquitrini del Parco del Delta del Po, dove potrete vedere nidificare gli aironi e tutto il verde vicino al mare. Ravenna è una città ricca di verde e natura tutto da vivere e scoprire. Non serve andare lontano per stupirsi!

Ti potrebbe interessare anche:
Quali sono le spese per acquisto di una casa?
Comprare casa con mutuo o rimanere in affitto? Una Guida per la scelta migliore

Join The Discussion

Compare listings

Compare

CONTATTACI SUBITO

SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI