Quanto posso trattare il prezzo di una casa? Strategie per comprare al meglio

Quanto posso trattare il prezzo di una casa?

Stai per comprare casa? Vedi un prezzo pubblicato e sorge la domanda: “quanto posso trattare il prezzo di una casa rispetto alla richiesta?”.

Normalmente c’è sempre un margine di sconto, ma dipende molto da caso a caso e dalle condizioni, perché l’offerta economica proposta non è l’unico parametro nel determinare il prezzo finale. Fondamentale nella negoziazione sarà conoscere le proprie possibilità e i propri limiti, e avere un confronto con il mercato locale, tramite conoscenza diretta, o tramite un consulente di fiducia che sappia guidarvi in una scelta consapevole.

Gli sconti medi nelle vendite immobiliari vanno dal 3% al 6% del prezzo pubblicato. Ma, come sempre, l’ultima parola spetta a voi e ai proprietari in fase di negoziazione ed ogni caso è diverso.

Abbiamo venduto case con margini molto alti, o abbiamo visto casi dove lo sconto è stato zero.

La casa si vende SOLO quando tutte le parti sono d’accordo su TUTTE le condizioni.

Comprendere il mercato immobiliare locale e valutare l’immobile

Spesso chi cerca un immobile di una determinata tipologia ne diventerà “quasi esperto”! Se cercate trilocali in una determinato quartiere e in una determinata fascia di prezzo avrete visionato diverse soluzioni compatibili e avrete un termine di confronto tra le varie opzioni per valutare l’effettiva convenienza economica della zona.

Il vostro agente immobiliare di fiducia saprà guidarvi nel modo giusto verso la conclusione di una trattativa alle migliori condizioni.

Sconsigliamo, per esperienza, nella valutazione di mercato, a ricorrere a consulenti che non siano agenti immobiliari: geometri o architetti, o agenti che lavorano in altri mercati di riferimento non possono essere coscienti delle variabili di mercato del posto. Il mercato immobiliare è estremamente locale, ad esempio a anche a Ravenna (vedi i prezzi di mercato a Ravenna e provincia) ogni zona ogni palazzo e ogni edificio ha caratteristiche diverse che solo un esperto della zona potrà riconoscere e valutare a pieno.

L’intervento di un tecnico o di un’impresa edile può essere utile per valutare eventuali interventi e costi di ristrutturazione. Come agenzia siamo competenti su tutti gli aspetti, conosciamo le spese per ristrutturare, abbiamo tanti contatti e tanta esperienza nell’affrontare lavori e prevedere spese e costi, ma, comprensibilmente, un parere terzo, considerato “neutrale”, rispetto al nostro interesse del vendere un immobile, potrebbe rendervi più tranquilli e dare strumenti maggiori per una scelta consapevole.

Devi vendere casa a Ravenna? Scopri il metodo Sognando Casa per #vendereserenamente

Sognando casa, la tua agenzia di fiducia!

Calcolare le proprie possibilità e le spese da sostenere

Altro dettaglio da valutare sono le proprie possibilità economiche, che dipendono dal mutuo potenzialmente affrontabile, dai propri risparmi e dalle spese connesse all’acquisto, come spese di agenzia, notarili, ed eventuali lavori di ristrutturazione.

Ricordate però che il valore di un immobile non dipende dalle vostre possibilità, così come non dipende dalle esigenze del proprietario.

Nel prezzo finale non c’è solo il prezzo

Spesso quando facciamo una valutazione usiamo questa espressione: “Nel prezzo finale non c’è solo il prezzo”. Ogni trattativa immobiliare è diversa e unica.

Il prezzo offerto non è l’unica variabile a definirne la convenienza. Molto dipende dalle esigenze dai proprietari, dal momento in cui ci si presenta, dai tempi proposti, dalle condizioni di pagamento. Magari l’immobile è pubblicizzato a una cifra molto alta rispetto alla valutazione e il proprietario valuterà se trattare qualora le condizioni offerte combacino appieno con le sue esigenze.

In base alle situazioni, più si sarà flessibili e migliori saranno le condizioni di pagamento e più forza contrattuale avrete per spuntare un prezzo migliore.

Esempio concreto:

Come esempio pratico, abbiamo venduto qualche mese fa un immobile a prezzo molto vantaggioso, ma il venditore ha accettato l’offerta perché chi comprava gli ha concesso molto tempo prima del rogito, per poter concludere un’altra operazione e ha versato acconti importanti in attesa della consegna. Il venditore ha risparmiato un trasloco, costi bancari e impazzimento, e ha riconosciuto all’acquirente un considerevole sconto sul prezzo. Lo stesso proprietario avrebbe valutato offerte diverse, magari con consegna veloce o pagamenti meno vantaggiosi, ma solo se a prezzo pieno.

Strategie di negoziazione

Avete trovato la casa che vi piace? Non pensateci troppo. Fare una proposta non costa niente, ma cercate di fare una proposta di un prezzo iniziale ragionevole e competitivo.

  • fate un offerta scritta, con assegno congruo in deposito
  • cercate di essere flessibili e preparatevi a compromessi.
  • ricordatevi che nell’acquisto della casa non siete i soli: se è la casa dei vostri sogni non impuntatevi pensando di essere gli unici interessati
  • nel trattare il prezzo di una casa identificate tutti gli elementi negoziabili oltre al prezzo, come i tempi di consegna, gli arredi inclusi, eventuali altri dettagli, ecc…
  • fatevi guidare dal vostro consulente di fiducia

Il rischio di perdere l’immobile perfetto

In fase di negoziazione consapevole cercate un giusto equilibrio tra ottenere un buon affare e mantenere relazioni positive con le controparti in base al mercato. Ricordate che nel mercato c’è competizione e spesso tirare troppo sul prezzo potrebbe essere il modo di contrariare l’altra parte e di perdere l’affare perché nel frattempo arriva un altro interessato. Troppe volte ci sono arrivate proposte e offerte contemporanee per lo stesso immobile.. quando magari era sul mercato da diverso tempo! Tutti si “svegliano” allo stesso momento!

Cercate di offrire oltre al prezzo (compatibilmente con le vostre esigenze) condizioni di tempi e pagamento migliori possibili, e che si incastrino con le esigenze del venditore al massimo delle vostre possibilità: questa strategia massimizzerà il margine di trattativa.

La vendita di una casa non è un’operazione matematica, non c’è un margine o una percentuale fissa sulla quale puntare per ottenere uno sconto: ogni caso è diverso, e sono tante le variabili da prendere in considerazione. Come anticipato, il margine per trattare il prezzo di una casa è solitamente tra il 3% e il 6% della richiesta iniziale, ma è fortemente influenzato da tutte le altre variabili in gioco, come pagamenti, tempistiche, richieste di partenza.

Stai cercando o vendendo casa a Ravenna? Contattaci per una consulenza gratuita!

Sognando Casa, a Ravenna la tua agenzia di fiducia!

Join The Discussion

Compare listings

Compare
Search

CONTATTACI SUBITO

SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI