Prospettive del mercato immobiliare a Ravenna nel 2024

Mercato immobiliare Ravenna, prospettive per il 2024

Frequentemente i nostri clienti titubanti su come gestire i loro progetti di casa, ci pongono la domanda: come si svilupperà il mercato immobiliare a Ravenna nel corso del 2024?

La risposta a questa interrogativo è complessa: negli ultimi anni abbiamo dovuto affrontare una serie di eventi nazionali e internazionali che hanno reso estremamente difficile formulare previsioni accurate.

Dalla pandemia di Covid-19 al Superbonus 110%, dalla guerra in Ucraina alle tensioni internazionali in Israele, fino a un’inflazione galoppante e pressoché insostenibile, aggiungendo il rialzo dei tassi, una serie di fattori hanno creato alternativa crescita e rallentamento. Oltre a questi eventi la Romagna e in particolare il Ravennate ha subito direttamente gli effetti devastanti di un’alluvione che hanno immobilizzato la nostra regione per un periodo considerevole, ancora in fase di recupero e causando notevoli penalizzazioni nel mercato immobiliare nelle zone direttamente colpite e in quelle anche solo sfiorate.

Gli Impatti dell’Alluvione

In seguito all’alluvione abbiamo registrato un crollo nelle richieste di immobili siti nelle zone direttamente colpite con quartieri e paesini che subiranno un deprezzamento a lungo termine. Non solo ne sono colpite le abitazioni che sono state allagate direttamente dall’acqua, ma anche quelle nelle vicinanze degli argini o in zone che, pur non essendo toccate direttamente, ne sono state sfiorate. Le aree che sono state evacuate e gli immobili al piano terra hanno visto un calo della loro attrattiva. Abbiamo visto clienti escludere totalmente piani terra anche nelle parti della città che sono state totalmente risparmiate.

Valutare con precisione il peso dell’alluvione nella valutazione di un immobile è complesso e dipende da vari fattori come la singola casa, il piano e la posizione specifica. Coloro che hanno visto le proprie abitazioni allagate non hanno subito solo danni diretti (Che si spera verranno coperti dai fondi di sostegno dedicati), ma anche danni indiretti, come la perdita di valore dell’immobile a causa della posizione specifica. Si stima un calo del valore tra il 15% e il 50% nelle zone più colpite, con notevoli difficoltà di vendita e richieste quasi azzerate.

Ravenna: Meno Vendite, ma i Prezzi tengono

Le molteplici circostanze internazionali che ci hanno colpito hanno rallentato notevolmente il mercato. Dopo un 2022 caratterizzato da una crescita significativa, sostenuta da tassi bassi e incentivi come il Superbonus, abbiamo assistito a una normalizzazione e a un rallentamento. Nonostante una diminuzione della domanda, i prezzi si mantengono stabili grazie alla persistente richiesta. Rispetto agli ultimi due anni hanno smesso di salire.

L’aumento dei tassi e l’incertezza nei mercati finanziari spingono coloro che dispongono di liquidità a investire in un settore considerato sicuro, come quello immobiliare. La domanda di immobili per investimento e seconde case ha registrato una crescita notevole.

La legge di bilancio 2024

Non aiutano il mercato immobiliare le novità introdotte nella nuova legge di bilancio. La fine dello sconto delle imposte per gli under36 e la limitazione al superbonus introdotte, con il calcolo delle plusvalenze impostato diversamente e la maggiore tassazione per gli affitti brevi sono tutte misure che colpiranno ulteriormente il mercato. (Scopri Le novità immobiliari della legge di bilancio 2024)

La Scarsità di Affitti come motore del mercato delle case

La carenza di case in affitto è diventata un problema sociale ma ha contribuito a sostenere il mercato immobiliare. Gli investitori vedono negli immobili un’opzione sicura per ottenere un reddito stabile. Chi non trova affitti è spinto ad anticipare l’acquisto, dato l’assenza di alternative. La domanda di case destinate all’affitto e al reddito rimane forte, così come quella per le prime abitazioni.

La crescita dell’università a Ravenna, l’apertura di nuovi centri e l’indotto del petrolchimico portano tantissimi soggetti a trasferirsi nella nostra zona, aumentando ulteriormente la domanda, mentre contestualmente diminuisce l’offerta di immobili per il passaggio di molte case al mercato degli affitti transitori o brevi.

( per approfondire: Mancanza di affitti a Ravenna: un problema comune a tante città)

Nuove Costruzioni


L’aumento dei prezzi e l’inflazione ha colpito pesantemente i nuovi progetti edilizi, determinando un sensibile incremento dei costi di costruzione. Si prevede che questa tendenza rallenterà, ma la domanda superiore all’offerta garantirà comunque un mercato attivo, seppur a un ritmo più lento rispetto al 2022 e al 2023. Infatti quasi tutte le case in costruzione vengono vendute sulla carta o in fase di costruzione prima della fine dei lavori. Se vedete un nuovo cantiere non aspettate: le case più belle del complesso saranno le prime a essere opzionate e vendute.

Scopri le nostre proposte di case nuove

Acquistare nel 2024: È il Momento Opportuno?

La risposta a questa domanda varia in base alle esigenze e alla situazione individuale. Nel caso dell’acquisto della prima casa attraverso un mutuo, nonostante i tassi elevati, potrebbe non essere conveniente posticipare l’operazione a meno di un sicuro miglioramento delle condizioni reddituali o di eventi certi e prevedibili. È importante considerare la possibilità di surrogare il mutuo non appena le condizioni lo permetteranno. L’affitto, che potrebbe essere pari o superiore al costo del mutuo, rappresenta un’alternativa da considerare se il progetto è a breve termine. Ma se avete un orizzonte temporale superiore ai 5 anni meglio comprare e non rimandare.

Per chi desidera acquistare una seconda casa, mantenere i fondi in banca può comportare una perdita di valore a causa dell’inflazione. Investire in un immobile, da utilizzare o da mettere a reddito, è sempre una scelta sicura. La selezione accurata della proprietà, magari con l’assistenza di un consulente, è fondamentale. (scopri come guadagnare al massimo affittando il tuo appartamento)

Ricorda: per rendere un bene immobiliare redditizio va valorizzato e utilizzato. Una casa vuota è un costo. Una casa utilizzata e vissuta diventa una rendita.

Vendere Casa: agire o attendere?

Se l’intenzione è vendere per mettere i fondi in banca, potrebbe essere più vantaggioso mantenere la casa e cercare di ottenere un profitto affittandola. In caso di vendita per cambiare abitazione o per un progetto specifico, l’opzione di procedere potrebbe essere conveniente. Non ci si aspetta un significativo aumento dei prezzi nei prossimi anni, quindi, in prospettiva, è preferibile anticipare le entrate per realizzare progetti futuri, a parità di reddito.

Prospettive a lungo termine

Il mercato immobiliare a Ravenna nel 2024 resterà vivace con un leggero rallentamento. Non disponendo di una sfera di cristallo per prevedere il futuro ci limitiamo a osservare che, in prospettiva, considerando tempi più lunghi, la popolazione tende a invecchiare e diminuire. Gli immobili in campagna o nei borghi meno serviti, o con particolari difetti (mancanza di ascensore, servizi, posizione rumorosa), stanno subendo una deprezzamento e potrebbero continuare a svalorizzarsi. Al contrario, le proprietà nei quartieri di pregio o gli immobili moderni manterranno il loro appeal grazie alla richiesta di case per affitti transitori, compensando il calo della popolazione, almeno nelle città turistiche come Ravenna.

Voi cosa ne pensate? Scrivetelo nei commenti!

Potrebbe interessarti:

Join The Discussion

Compare listings

Compare

CONTATTACI SUBITO

SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI