Legge di bilancio 2024: novità del settore immobiliare

Legge di bilancio 2024

L’argomento è molto ampio ma abbiamo cercato di riassumere per voi i punti principali della Legge di Bilancio 2024 per quanto riguarda il settore immobiliare: queste modifiche potrebbero influenzare le tue decisioni se stai cercando, vendendo o affittando una casa.

Novità Superbonus 110%

Nessuna proroga

Negli ultimi anni il Superbonus 110% per gli interventi di riqualificazione energetica e sismica è proseguito attraverso ripetute proroghe. Nei prossimi anni andrà in esaurimento con la riduzione delle aliquote (per i lavori effettuati nel 2025 l’aliquota di abbassa al 70%). Dunque per i condomini con lavori in ritardo che finiranno nel 2024, la detrazione scenderà dal 110 al 70 per cento. La cessione del credito e lo sconto in fattura sono stati resi quasi impossibile.

Fondo povertà superbonus

Per sostenere i contribuenti meno abbienti e favorire il completamento delle opere, la legge prevede un fondo povertà. Questo fondo si rivolge ai cittadini con un ISEE inferiore a 15mila euro che abbiano eseguito almeno il 60% dei lavori entro il 2023. Il fondo copre le spese effettuate tra il 1° gennaio e il 31 ottobre 2024.

Plusvalenze immobiliari e superbonus

Chi ha ristrutturato casa con il superbonus e decide di venderla dovrà versare una plusvalenza del 26% sul guadagno (o portare il guadagno in detrazione e pagarne l’Irpef): in caso di plusvalenza originata da superbonus sarà da dichiarare tra i redditi diversi. Questa plusvalenza si applica nei seguenti casi:

  • L’immobile è venduto prima di 10 anni dalla fine dei lavoro o dalla cessione del credito
  • L’immobile non è mai stato utilizzato come abitazione principale
  • Il superbonus è stato utilizzato con cessione del credito o sconto in fattura.

In caso di vendita entro i 5 anni le spese sostenute non abbattono la plusvalenza. In caso siano passati 5 anni è meno di 10, si potranno detrarre il 50% delle spese “sostenute”.

(per capire meglio le novità leggi il contenuto “La plusvalenza immobiliare da superbonus“)

Fondo Mutui Prima Casa

Nella nuova legge di Bilancio è stato modificato e potenziato il Fondo di Garanzia per i mutui prima casa. Questo fondo fornisce una garanzia per i mutui destinati all’acquisto della prima casa precedentemente legato all’età dell’acquirente e l’ISEE. Il fondo è stato esteso alle famiglie numerose con reddito medio basso, e permette di accedere a mutui al 100% con garanzia dello stato.

In precedente dedicato solo agli under 36 offriva una copertura fino all’80% della quota capitale in garanzia, a condizione di avere un ISEE non superiore a 40 mila euro all’anno e richiedano un mutuo che superi l’80% del prezzo dell’immobile, compresi gli oneri accessori. Questa garanzia è applicabile ai mutuo non superiori ai € 250.000.

L’estensione del fondo alle famiglie numerose è applicato in questi casi:  

  • famiglie con tre figli di età inferiore a 21 anni e con un ISEE non superiore a 40.000 euro (Fino all’80% del capitale)
  • famiglie con quattro figli di età inferiore a 21 anni e con un ISEE non superiore a 45.000 euro (Fino all’85% del capitale)
  • famiglie con cinque o più figli di età inferiore a 21 anni e con un ISEE non superiore a 50.000 euro (Fino all’90% del capitale)

Nessuna proroga per le agevolazioni under36 per l’intestazione degli immobili

Non è stata invece prorogata l’agevolazione Under36 che permetteva ai giovani di acquistare casa risparmiando le imposte di registro/iva e l’imposta sul mutuo nell’acquisto della prima casa.

Nessuna proroga per l’IVA agevolata per le case Green

Si esaurisce nel 2023 l’agevolazione del recupero del 50% dell’IVA versato in caso di acquisto di casa di nuova costruzione in classe A e superiore.

Affitti Brevi

Per quanto riguarda gli affitti brevi, la Legge di Bilancio 2024 introduce una nuova aliquota fiscale. Se affitti un solo appartamento, l’aliquota sarà del 21%. Tuttavia, se affitti più di un appartamento, l’aliquota salirà al 26% a partire dal secondo appartamento. Questa misura è stata introdotta per regolamentare il crescente settore degli affitti brevi e per garantire una tassazione equa. (scopri tutto sulla cedolare secca)

Contrasto al Disagio Abitativo

La Legge di Bilancio 2024 prevede anche misure per contrastare il disagio abitativo. Saranno stanziati 100 milioni di euro per sviluppare modelli sperimentali di edilizia residenziale pubblica. Questo fondo mira a fornire alloggi accessibili a coloro che sono in difficoltà a causa dell’aumento dei costi degli alloggi.

(Potrebbe interessarti: Mancanza di affitti: un problema reale)

Conclusioni

Ricorda, queste informazioni sono un riassunto delle principali novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2024 nel settore immobiliare. Per ulteriori dettagli, ti consigliamo di consultare un professionista o di leggere direttamente la legge.

Spero che queste informazioni ti siano state utili. Se hai altre domande sul settore immobiliare, non esitare a chiedere o a commentare!

Join The Discussion

Compare listings

Compare

CONTATTACI SUBITO

SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI