Mutuo fondiario e mutuo ipotecario: le differenze

Mutuo ipotecario e mutuo fondiario: le differenze

Se stai pensando di acquistare o ristrutturare una casa, probabilmente avrai bisogno di un mutuo. Ma sai che esistono diversi tipi di mutui, con caratteristiche e vantaggi differenti? In questo articolo ti spiegheremo la differenza tra mutuo fondiario e mutuo ipotecario, due delle forme di finanziamento più comuni e richieste sul mercato immobiliare.

Cos’è un mutuo fondiario?

Un mutuo fondiario è un mutuo garantito da un’ipoteca di primo grado sull’immobile che si intende acquistare, costruire o ristrutturare. Questo significa che, in caso di mancato pagamento delle rate, la banca ha la priorità assoluta sul recupero del credito, rispetto ad altri eventuali creditori. Il mutuo fondiario è destinato esclusivamente all’acquisto dell’abitazione principale, o alla ristrutturazione della casa dove andrà a vivere cioè quella in cui si stabilisce o si andrà a stabilire la propria residenza.

Cos’è un mutuo ipotecario?

Un mutuo ipotecario è un mutuo garantito da un’ipoteca sull’immobile oggetto di finanziamento, che può essere di primo o di secondo grado. Questo significa che, in caso di mancato pagamento delle rate, la banca deve concorrere con altri eventuali creditori per il recupero del credito, in base all’ordine di iscrizione dell’ipoteca. Il mutuo ipotecario può avere diverse finalità, come l’acquisto o la ristrutturazione di una seconda casa, di un immobile industriale, di un terreno agricolo o edificabile, oppure l’ottenimento di liquidità o il consolidamento di altri debiti.

Quali sono le differenze tra mutuo fondiario e mutuo ipotecario?

Le principali differenze tra mutuo fondiario e mutuo ipotecario riguardano:

  • La finalità: il mutuo fondiario serve solo per l’abitazione principale, il mutuo ipotecario può avere scopi diversi.
  • L’ipoteca: il mutuo fondiario prevede un’ipoteca di primo grado, il mutuo ipotecario può prevedere anche un’ipoteca di secondo grado.
  • Il capitale erogabile: il mutuo fondiario non può superare l’80% del valore dell’immobile (LTV 80%), il mutuo ipotecario può arrivare fino al 100% (LTV 100%).
  • La durata: il mutuo fondiario può avere una durata più lunga, fino a 40 anni, il mutuo ipotecario ha una durata più breve, fino a 30 anni.
  • Il costo: il mutuo fondiario ha un costo inferiore, sia per le imposte (0,25% sul capitale), sia per le spese notarili, sia per gli interessi, che sono in genere più bassi e detraibili fiscalmente. Il mutuo ipotecario ha un costo superiore, sia per le imposte (2% sul capitale per la seconda casa), sia per le spese notarili, sia per gli interessi, che sono in genere più alti e non detraibili fiscalmente.

Quale mutuo conviene scegliere?

La scelta della tipologia di mutuo dipende dalle proprie esigenze e dalla propria situazione finanziaria. In generale, il mutuo fondiario conviene se si vuole acquistare o ristrutturare l’abitazione principale, beneficiando di condizioni più vantaggiose e di una maggiore sicurezza. Ha costi più bassi ma può essere stipulato solo sotto rigide condizioni. Il mutuo ipotecario conviene se si ha bisogno di un finanziamento più ampio e flessibile, per acquistare o ristrutturare una seconda casa o un altro tipo di immobile, o per ottenere liquidità o consolidare altri debiti.

In ogni caso, prima di stipulare un mutuo, è bene confrontare le diverse offerte presenti sul mercato, valutando attentamente il tasso di interesse, il piano di ammortamento, le spese accessorie e le eventuali clausole contrattuali.

Altri dubbi o domande? Postatele nei commenti e cercheremo di rispondervi!

Join The Discussion

Compare listings

Compare

CONTATTACI SUBITO

SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI