Guida alla vendita: esclusiva o non esclusiva?

Avete deciso di vendere casa, e di rivolgervi a un’agenzia. Il prossimo passo consiste nel decidere che tipo di incarico conferire.

Le alternative  sono due: incarico di vendita in esclusiva VS incarico di vendita non in esclusiva.

La differenza è netta: l’incarico in esclusiva prevede di rivolgervi ad un’unica agenzia che sarà l’unica incaricata e autorizzata di vendere l’immobile e gestirne visite e trattative. Il proprietario dovrà passare attraverso l’agenzia e non potrà gestire trattative autonomamente, né promuovere il proprio immobile.

Se si opta per un incarico non in esclusiva ci si potrà affidare a una molteplicità di agenzie e promuovere anche autonomamente la propria casa: il soggetto che venderà l’immobile riceverà la provvigione pattuita.

 

Andiamo a vedere vantaggi e svantaggi per le due tipologie di incarico.

Incarico non in esclusiva

Possibilità di autopromuovere l’immobile: se l’immobile è venduto dall’agenzia tramite i suoi canali si pagherà la provvigione, ma se si ha la fortuna di trovare autonomamente, si avrà la facoltà di procedere risparmiandosi la commissione.

Molteplicità di agenzie immobiliari: avendo più agenzie che lavorano sull’immobile le possibilità di contatti si moltiplicano, e le varie agenzie in concorrenza potranno pubblicizzare l’immobile su diversi canali rendendolo più visibile.

I due punti sopra indicati possono essere contemporaneamente svantaggiosi: è vero che vendendo da soli si può risparmiare una provvigione, ma ricordate che la provvigione porta con sé molti servizi, e l’agenzia che vi seguirà nella trattativa potrà essere un garante che vi aiuterà a vendere serenamente.

Avere a che fare con tante agenzie potrà portare con sé confusione: immobile proposto a cifre diverse, visite ripetute con lo stesso cliente, immobile proposto con meno convinzione dall’agenzia che andrà a fare un investimento minore nella promozione, andando a concentrare le sue risorse sugli immobili in esclusiva.

Tante visite pochi risultati: potrete rischiare di essere sommersi da visite e chiamate, spesso a vuoto. Ogni agenzia ha il suo modo di lavorare e dovrete comunque scremare tra quelle che lavorano bene e quelle che lavorano meno bene.

Vi diamo un piccolo consiglio: se decidete di vendere l’immobile e affidare l’incarico a più di un’agenzia, evitate di sceglierne troppe e segnatevi bene gli interlocutori, in modo da poter avvertire tutti in caso di cambi sul prezzo, o di aggiornamenti sulla vostra situazione e le vostre esigenze.

 

Incarico in esclusiva

Un solo referente: in caso di incarico in esclusiva avrete una sola agenzia come referente. Questa gestirà tutte le visite, le trattative e le fasi della vendita. Avrà una conoscenza approfondita dell’immobile e dedicherà tutte le sue energie alla trattativa. Potrà aggiornarvi dettagliatamente, e in caso di cambio di necessità avrete un unico interlocutore con cui interfacciarvi.

 Si tratta di un rapporto di fiducia dove voi vi impegnate a passare attraverso l’agenzia per qualunque trattativa e l’agenzia metterà a vostra disposizione tutti i suoi strumenti per vendere l’immobile entro la fine dell’incarico.

Avendo la garanzia fino a scadenza incarico di essere l’unico referente autorizzato a vendere l’immobile il mediatore investirà maggiormente nel vostro immobile, promuovendolo in maniera mirata attraverso campagne social, spazio sui media cartacei e digitali, nella sua vetrina: lo spazio e le risorse sono limitate e hanno un costo e le agenzie tendono a concentrare i massimi sforzi sugli immobili sui quali hanno un incarico.

L’agenzia potrà esporsi e indicare maggiori informazioni, quali geolocalizzazioni precise, un cartello se autorizzati. Paradossalmente è più visibile un immobile affidato ad un'unica agenzia che lo pone in primo piano tra gli altri, che un immobile visibile con tante agenzie ma presentato come uno dei tanti.

Affidare un incarico in esclusiva non esclude all’agenzia di avere collaborazioni con altre agenzie: lo scopo è vendere l’immobile a un prezzo equo entro la fine dell’incarico. In caso di esclusiva l’agenzia non avrà fretta di vendere l’immobile in caso di trattativa per non perdere la transazione a favore di altri: potrà avendo la sicurezza di mantenere l’immobile in vendita fino a scadenza aiutarvi a realizzare al meglio.

Lo svantaggio è che una volta affidato l’incarico si deve passare tramite l’agenzia anche in caso di trattative private; ma è uno svantaggio a metà: il privato potrebbe contattarvi solo perché ha visto l’immobile attraverso i canali dell’agenzia, che si è esposta con foto e dettagli che rendono individuabile l’immobile… è facile che sia un privato che vi ha individuato tramite il lavoro dell’agenzia.

L’incarico in esclusiva non è un legame “eterno”: solitamente ha una durata che si concorda e può andare tra i quattro mesi e l’anno. Riteniamo che un incarico di otto mesi nel mercato di Ravenna sia vincolante per un tempo adeguato a vendere l’immobile: se l’agenzia a cui vi siete affidati non è riuscita a vendere l’immobile entro la scadenza probabilmente o non ha lavorato bene o siete partiti da una valutazione troppo alta rispetto all’immobile.

Per esperienza da Sognando Casa in caso di incarico in esclusiva vendiamo sempre l’immobile entro la fine dell’incarico.

Qualunque sia la tua scelta o se hai dubbi o domande, non esitare a contattarci!

LEGGI QUI PER SCOPRIRE LE SPESE DA SOSTENERE PER VENDERE CASA

Richiedi una consulenza gratuita!

Come Trovarci

Via E. Pazzi, 111 - 48121 Ravenna RA Italia